Per questo caso ho avuto esperienze discordanti. Vorrei chiedere cortesemente un chiarimento: ho pagato tramite bonifico ordinario un acconto sul materiale prima di aprire i lavori di manutenzione straordinaria. E’ ammessa questa pratica? Le fatture da portare in detrazione quindi, possono essere più di una: per esempio la fattura dell’idraulico, la fattura dell’imbianchino, dell’impresa che ha rifatto il tetto, ecc. oppure mi conviene far fare una nota di credito e riemissione fattura successivamente alla data CILA? Purtroppo ho scoperto che per il 2020 hanno abolito la possibilità dello sconto diretto in fattura per cui mi chiedevo: facendomi fare fatture di acconto per questi lavori e pagandoli con i relativi bonifici nel 2019 e poi nel 2020 fare la fattura di saldo dei lavori, che al momento non sono ancora cominciati anche se già in possesso di una cila, per le spese sostenute nel 2019 posso fare la cessione del credito e poi per il saldo nel 2020 applicare sempre l’ecobonus ma con detrazione sulla dichiarazione? Del committente affiancato dal proprio commercialista, oppure dell’azienda fornitrice del servizio? Rientra tutto nelle detrazioni 50% o devo distinguere? E’ possibile effettuare diversi bonifici parlanti per acconti o diverse spese. Mi sono però accorto che l’acconto all’idraulico l’ho pagato prima di effettuare la comunicazione all’ASL. Come comportarmi per poter usufruire del bonus al 50%? Immagino che nella pratica siano distinte le opere fatte come proprietario singolo e come condominio. Ascolta le linee guida per la ristrutturazione Qui solo una piccola anteprima del mio intervento…, Spesso, nella scelta degli interventi sulla propria casa, ci si scontra con alcune semplici domande,…, Ristruttura gli ambienti della tua attività: è il momento di rinnovare! Grazie mille. Buongiorno, ho effettuato dei lavori di ristrutturazione del bagno, l’impresa ha emesso un’unica fattura. Ora hanno terminato e saldo la medesima fattura oggi; posso chiedere detrazione fiscale su detta fornitura anche se la fattura è del 2016? Buongiorno, ho fatto il compromesso ma non il rogito e non ho la disponibilità dell’immobile. Buongiorno, io ho pagato il muratore con dicitura” anticipo e la legge del 50% prima che si apra la CILA in comune , riuscirò a detrarre? Può confermare, grazie. vorrei anche sapere se la comunicazione Enea va fatta in tutti casi grazie anticipatamente. Cordiali saluti. E’ possibile emettere diversi bonifici parlanti, citando correttamente le normative di riferimento, su una unica fattura di ristrutturazione? In questo caso, poiché prevedo un massimo di due fatture (acconto e saldo) in quella di acconto, che emetterò dopo la richiesta del PdC ma prima dell’inizio dei lavori e che sarà pari ad almeno 80% dell’intero importo delle opere a farsi devo elencare tutte le voci di spesa (rifacimento solai, impianti, infissi, parcelle dei tecnici – geometri, geologi, architetto ed ingegnere – ai quali mi sono rivolto…. per usufruire del Bonus ristrutturazioni 2019 è possibile avviare la pratica di inizio lavori entro il termine del 31 Dicembre 2019 ed effettuare i vari pagamenti nell’anno successivo o bisogna eseguire tutti i versamenti dei lavori entro il corrente anno? Posso usufruire della detrazione fiscale del 50% per Bonus ristrutturazione? Provi a sentire anche chi le fa la dichiarazione dei redditi, ultimamente ho sentito di diversi caf che sono molto fiscali sulla detrazione nell’anno. Grazie in anticipo. Per il bonus mobili chieda al suo fiscalista di fiducia. Corretto. Quando il conto è intestato a più persone. Tutti i bonifici che dovrò fare (venditore e impresa) devono essere effettuati dopo la data inizio lavori della CILA nel caso devo presentarla o si possono fare anche prima? Due bonifici parlanti ho sbagliato l’inserimento es. Quanti bonifici si possono fare?Le detrazioni fiscali non prevedono un numero limite di bonifici. I lavori del 2018 sono oggetto di nuova cila e scia. Posso fare un foglio allegato con lo scontrino e scrivere che era un acconto per avere l’intero importo in detrazione ????? Io e il mio compagno siamo entrambi proprietari della casa. Per i pavimenti: ogni artigiano fatturare indicando gli estremi per usufruire delle agevolazioni e deve essere pagato con bonifici parlanti per usufruire delle detrazioni nell’anno. pese per interventi di risparmio energetico se ho due fatture una di acconto e una del saldo tutto pagato nel 2019 nella sezione 4 del 730 metto il totale delle due fatture? Senza sorprese! Procedendo con acconti al saldo voterà il titolo CILA di riferimento. ), il riferimento normativo che rimanda al tipo di detrazione di cui si intende beneficiare: Per la detrazione sulle ristrutturazioni edilizie (50%), per l’adeguamento sismico e per il bonus mobili l’Agenzia delle Entrate indica questa dicitura (eventualmente abbreviata se i caratteri a disposizione non sono sufficienti): bonifico relativo a lavori edilizi che danno diritto alla detrazione prevista dall’articolo 16-bis del Dpr 917/1986 e successive modifiche – Pagamento fattura n. ___ del_____ a favore di________________ p.iva_____________. Potrei, eventualmente, presentare un modulo di COMUNICAZIONE INTERVENTO DI MANUTENZIONE ORDINARIA che posso compilare io stessa, MA SERVE ai fini della detrazione? Stessa cosa vale per coloro che hanno sbagliato qualcosa effettuando il bonifico. Il pagamento dell’impresa è stato fatto di conseguenza su due anni. Per sicurezza chieda a chi si occupa della sua contabilità. Un discorso a parte va fatto per il bonus mobili. grazie. Quando il bonifico è fatto a favore di un Comune è necessario indicare nella causale che il beneficiario è il Comune e che cosa riguarda il pagamento. Per detrarlo al 65% è necessario istruire una pratica dedicata istruita da un termotecnico (da qui è opportuno valutarne la convenienza). Sì, è necessario poiché viene canalizzato in modo differente rispetto agli altri bonifici.Se ha già effettuato il pagamento ordinario si rivolga alla sua filiale per chiarimenti. Grazie. Il fornitore può fare i lavori nel 2020 ? Ora, visto che non è obbligatoria la pratica, i bonifici devono seguire una sequenza particolare? L’unica fattura per i lavori è quella del muratore, che però sfortuna vuole che sia anche l’unica che non ho ancora saldato (emessa a fine dicembre 2018). Posso rimediare in qualche modo? Penso sia corretto affermare che la sostituzione dei sanitari può essere portata in detrazione solo se abbinata ad interventi di manutenzione straordinaria. !cioe’, data dopo avere emesso tutti i pagamenti!!! Nel caso di un controllo dovrà dimostrare dei lavori all’immobile, a prescindere dalla data di acquisto. Tutte le fatture sono datate 2018 e sono state pagate nell’anno tranne quella dell’idraulico, che avendo installato il condizionatore a fine anno, ha emesso un’unica fattura datata 2019. Grazie. È possibile applicare il bonus mobili su un ordine di cucina e camera da letto il cui acconto è stato fatto una settimana fa? Lavori di riqualificazione agevolati al 110%, ristrutturazione edilizia, interventi con ecobonus, sismabonus, bonus facciate, colonnine di ricarica: sconto in fattura o cessione credito. Per le spese per cui è possibile il bonifico è obbligatorio utilizzare unicamente questa modalità di pagamento. E’ molto utile e chiaro. Non ci sono stati interventi su muri portanti o solai, solo leggere ridistribuzioni degli spazi. Dando un acconto con bonifico parlante senza citare il protocollo della CILA e’ accettato? Ma a quella data la Cila sarà chiusa e cantiere pure.? Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Salve, se si tratta di acconto non ci sono problemi. L’impresa che mi fa i lavori, in fattura deve far riferimento a qualche normativa? Se non intende beneficiare della detrazione non deve adottare per i pagamenti nessun canale “parlante”. Preciso che la ditta dei lavori è fornita dal negoziante. Buonasera, ho acquistato una caldaia nel 2018, la fattura è stata emessa nel 2018 ed anche il bonofico è stato emesso nel 2018 con le diciture corrette. Buongiorno, sperando che la percentuale della detrazione rimanga invariata, quello che salderà nel 2020 sarà contabilizzato nel 2020 è quello che salderà nel 2021 sarà contabilizzato nel 2021, salve.. dovrei iniziare a breve a ristrutturare il mio appartamento in condominio e probabilmente avrò la possibilità di ottenere il bonus 110%.. il mio quesito riguarda l’acquisto di mobili fatto ora per i quali ho già la fattura per il totale , ma il pagamento non è ancora stato effettuato. O vi sarà il ripristino della detrazione al 36% e cifra massima di 50000? Tutti mi dicono che la cosa non è rimediabile. La comunicazione all’Enea va fatta in caso in cui ci sia un miglioramento energetico dell’immobile, redatto da un termotecnico a cui si affida la pratica del 65%. Sui bonifici parlanti è necessario inserire in causale numero della fattura, nominativi e codice fiscale degli intestatari. 1. È obbligatorio specificare il numero della fattura nella causale del bonifico parlante per avere diritto al bonus mobili? Non voglio fare risparmio energetico perché la pratica è molto più difficile e in più detrazione per biomassa e solo 50%. Egregio Architetto, Sto facendo effettuare lavori di manutenzione straordinaria, con regolare CILA, ad un’impresa. Per maggiori chiarimenti provi a contattare il suo commercialista di fiducia. Grazie mille. Io le consiglio, se vuole usufruire delle detrazioni, di fare lo storno dei contanti e procedere con il bonifico PARLANTE. Le chiedo una informazione. Questa ha emesso una fattura in acconto di euro 5500 iva compresa. Inoltre l’architetto mi dice di fare un normale bonifico non il bonifico parlante perché lui rientra dei regimi dei minimi senza iva..e’ corretto ? Io consiglio sempre di presentare i titoli prima di saldi completi. La ditta ha emesso una fattura per ciascun condomino non specificando la suddivisione delle spese per ristrutturazione condominio e appartamento ma ha provveduto a fornirci un prospetto con le spese specifiche, Per la la compilazione del 730 devo distinguere le spese relative al condominio da quelle dell’appartamento anche se la fattura riporta solo l’importo complessivo? B) come ha risposto ad Andy il dicembre 3, 2018 nei commenti sopra , potrei esplicitare un termine di pagamento in fattura, per saldare nell’anno successivo ? Solleciti il suo tecnico. Buongiorno Architetto, sono in possesso dell’autorizzazione CILA del mio Comune e sto per eseguire dei lavori di ristrutturazione al bagno con la legge bonus 50%. Potrebbe trarattarsi di un intervento di manutenzione straordianaria. Sì, precisamente. Alcuni negozi mi hanno emesso fattura sul totale importo (corrispondente al bonifico), ma essa non presenta la descrizione di tutti i beni acquistati, cosa che invece apparirà su una fattura a importo zero che mi rilasceranno al ritiro della merce, nel 2019. Ringrazio anticipatamente. Qualunque sia l’attività si…, Il moltiplicarsi di programmi tv patinati che raccontano di maghi – architetti  alle prese…, “Ho ricostruto molto: e ricostruire significa collaborare con il tempo nel suo aspetto di…, Preparare un nido accogliente e intimo Avete un figlio in arrivo e state già pensando…, I tuoi diritti e doveri Il Committente è quella persona che, a vario titolo, fa…, Gestione, vigilanza e rispetto dei tempi…tutto sotto controllo! L’edificio in oggetto ha diverse unità abitative ma un unico proprietario. I lavori sono terminati posso far presentare la fine dei lavori anche se non ho pagato il saldo alla ditta che ha effettuato i lavori. Ho dato un acconto di 500 euro in contanti e il negoziante mi ha fatto lo scontrino. La fattura dalla ditta non distinguerà immagino. Eventualmente, chi la deve compilare? Per quanto riguarda il limite massimo agevolabile di 96.000 euro si può usufruire nuovamente dell’agevolazione sullo stesso immobile, oggetto di passati interventi di ristrutturazione, senza limite temporale, a condizione che si tratti di un nuovo intervento e non di una “mera prosecuzione” dei lavori precedentemente eseguiti. Salve, ho effettuato dei lavori di ristrutturazione iniziati nell’ottobre 2016 e conclusi ad ottobre 2018. Quando si potrà avere certezza di questa informazione? vorrei detrarre un intervento su parti comuni del condominio dove vivo. spero di essermi spiegata bene.. grazie. Sulla prima fattura si può scrivere ad esempio acconto per lavori di ristrutturazione o di risparmio energetico. Il mio consiglio è di riallineare i pagamenti. Grazie in anticipo per il suo prezioso servizio. grazie mille per una sua cordiale risposta. Chieda ad un tecnico di zona se nella sua regione gli interventi che lei presenta siano ammissibili per la presentazione della CILA in comune (sono al limite della “manutenzione ordinaria”); il professionista è l’unico in grado di poter presentare un titolo edilizio a nome del proprietario (geometra, ingegnere o architetto). Sono da eseguire separati e citando la tipologia di detrazione di riferimento, Buongiorno. RISTRUTTURAZIONE CON SCONTO IN FATTURA Ristrutturazione completa con Sconto in Fattura. e Progettista delle strutture. Eventualmente potrò scaricare almeno il saldo finale, che sicuramente avverrà dopo aver presentato la richiesta alla CILA? Buongiorno, Sto eseguendo dei lavori di ristrutturazione straordinaria (per i quali è stata predisposta una CILA) affidando il lavoro a diverse imprese (idraulico, elettricista, muratore…). La ditta può stornare interamente la fattura emessa avendo già pagato la RA dell’8%? Chieda se è possibile rifare le fatture con date precedenti alla chiusura del cantiere. Salve, io vivo in una palazzina di tre unità abitative, quindi tre diversi propietari. Buonasera, nell’articolo leggo “Importante controllo da fare sulla fattura che andrete a pagare, è che sia esplicito nella causale, oltre al tipo di intervento (p. es. Sulla base della nuova data di pagamento, ritengo che la spesa andrebbe indicata nel futuro 730/2021. Non potrebbe, quindi, il contribuente attendere la fine del mese per contabilizzare l’acconto ed emettere la fattura. Se rientra nell’anno della detrazione, possono essere emesse le fatture anche dopo la fine lavori. Il problema dei pagamenti a cavallo di due anni fiscali crea numerosi problemi, come ben ha sottolineato. Grazie. Buonasera Vincenzo Nel mese di Giugno 2019 ho effettuato dei lavori di manutenzione straordinaria nella mia abitazione (no singola ma a schiera) : pavimento,impianti idraulici ,infissi e mobili ed altro per una spesa tot,di E.20.000 tutti pagati con bonifici parlanti e le relative ricevute come da fatture esistenti.Il mio problema e’ che la CILA per interventi di edilizia libera in mio possesso recita inizio lavori 25/9/19 ! Grazie. Di norma dovrebbe essere tutto compreso nella dichiarazione di un solo anno. Alle spese contribuiremo io e il mio convivente di fatto e vorremmo capire come poter detrarre entrambi le fatture. Chieda conferma al suo fiscalista di fiducia. Salve vorrei sapere (se possibile) come devo eseguire i pagamenti di lavori di ristrutturazione che prevedono detrazioni fiscali differenti…. spese condizionatori e spese mobili inseriti su causale ristr.edilizia invee di Qual.energeticae bonus mobile !!! E se non volessi detrarre gli elettrodomestici, visto che la ristrutturazione dei bagni non comporta risparmio energetico, devo comunque fare la comunicazione all’ENEA? oppure non serve nulla di tutto ciò e basta segnalarlo all’ufficio tecnico del Comune? Domanda- Sono un Architetto; ho assunto un incarico per la progettazione e la direzione dei lavori in un intervento di ristrutturazione edilizia su immobile di proprietà di una Società.Ho emesso la fattura per il compenso; il Committente mi contesta l’indicazione in fattura della Ritenuta d’Acconto del 20% applicata sul compenso ai fini dell’imposta sul reddito delle persone fisiche. Le spese sono da sostenersi nell’anno in cui si porta in detrazione. E' chiaro di conseguenza che lo "sconto in fattura" si sostanzierà solo quale formula di pagamento della fattura mediante cessione di un credito fiscale, parziale o totale, a seconda del tipo di ristrutturazione eseguita. Nel 2019 ho acquistato una pompa di calore per la quale vorrei chiedere una detrazione del 50% (bonus casa). Buonasera, ho acquistato una casa da ristrutturare .. l’architetto ha iniziato a lavorare sul progetto e dovrei dare un acconto ma non abbiamo ancora fatto la dichiarazione di iniziò lavori Conviene aspettare la comunicazione di inizio Lavori per pagare l’acconto? La invito a discutere con l’impresa della possibilità di acquisto del materiale, capire quale metodo sia più conveniente per l’IVA da pagare. E aspetterei di presentare la pratica, citandone gli estremi di protocollazione in fattura. Per tutti coloro che hanno effettuato pagamenti in modalità differente dal bonifico suddetto (ad esempio assegno, bonifico standard, ecc.) Ora il mio dubbio è il seguente. Elenco le alternative che mi sono venute in mente ma non so se sono corrette : A) faccio emettere la fattura nel 2020 e pago nel 2020 , con il rischio di pagare un lavoro non ancora svolto. Da quel che ho capito, ogni volta che si paga una fattura va specificato il bonus per la detrazione. Vorrei sapere se anche l’ultima fattura (che non potrò comunque portare in detrazione) deve essere pagata con bonifico parlante o bonifico semplice. In particolare mi è arrivata la fattura per il coordinamento sicurezza che non parla di acconto ma fatturano direttamente il totale (circa 500 euro). Una volta effettuato il bonifico si dovrà conservarne la ricevuta insieme a tutti gli altri documenti per le detrazioni fiscali, così da poterla esibire qualora si presentino controlli da parte dell’Agenzia delle Entrate. o devo pagarla per intero? C’è modo di recuperare in detrazione l’anticipo versato? Questo tipo di lavoro può usufruire della detrazione del 50%? Che sia nella posizione di committente oppure di prestatore del servizio, è bene che sappia cosa deve contenere il tuo modello di fattura per ristrutturazione edilizia. Oppure doveva fatturare l’impresa che fa i lavori? DOMANDA. Buongiorno, un informazione, se voglio usufruire delle detrazioni fiscali 2018,il pagamento delle fatture va necessariamente effettuato entro la fine del 2018 o posso saldare le ft 2018 anche nel 2019? Anche in questi pagamenti va citata la CILA? Buongiorno, la fattura deve essere emessa nell’anno 2018. Mi chiede un acconto per bloccare i lavori che però inizieranno a metà giugno, pertanto non ho ancora fatto richiesta di CILA. buongiorno, sono in procinto di decidere se iniziare una ristrutturazione, parlando con l’architetto i tempi tecnici per partire con l’inizio lavori porterebbero l’impresa ad iniziare i lavori in giugno 2020 . la mia domanda è riferita ai pagamenti da fare: per esempio, i lavori di rifacimento bagni che rientrano nella ristrutturazione, vanno pagati con bonifico parlante riferito ex art 16 …mentre la sostituzione di serramenti e climatizzazione il bonifico scelto è quello per risparmio energetico? Non c’è un ordine particolare e le procedure/descrizioni sono le classiche del bonifico parlante. Una fattura per ristrutturazione immobili acquistato in comproprietà nel 2017, usata per detrarre il 50% del costo con il modello 730, recante la seguente dicitura: “Lavori di manutenzione straordinaria per rifacimento pavimento e rivestimento ed assistenza idraulica ed elettrica, immobile sito in via …” può essere contestata dall Dunque come per l’Ecobonus, il Sismabonus e il bonus facciate anche per le “vecchie ristrutturazioni” si potrà usufruire della cessione del credito d’imposta o dello sconto in fattura. Per ottenere la detrazione del 50% sulla fattura del geometra per la progettazione e le altre prestazioni professionali connesse alla ristrutturazione edilizia, è necessario effettuare il cosiddetto bonifico parlante con ritenuta dell’8% a carico del professionista? Dunque secondo il mio ragionamento, l’acconto non è possibile scaricarlo? Giovedì ho appuntamento al caf, se porto quella fattura sono tranquillo o possono farmi delle storie andando ad invalidare tutto il discorso delle detrazioni? La invito a dare uno sguardo al vademecum dell’agenzia delle entrate in materia. Il collaudo della caldaia ad oggi (2020) non è ancora stato effettuato in quanto l’appartamento è ancora sfitto senza l’allacciamento del gas. Buonasera, dopo la dichiarazione di fine lavori in CILA posso continuare a comprare mobili ed usufruire della detrazione??? Ha aperto una pratica edilizia di ristrutturazione? Grazie. Ad inizio agosto inizieranno i lavori di ristrutturazione del mio appartamento (allargo il bagno quindi c’è un tramezzo da abbattere e rifare). Buongiorno, Ho ricevuto una prestazione di ristrutturazione divisa in due fatture. E’ un problema? È vero o abbiamo perso la detrazione? Grazie. devo far collaudare un’opera oggetto di intervento di ristrutturazione, io sono Progettista, D.L. Grazie in anticipo della risposta. Per mandare in detrazione nell’anno i pagamenti devono essere effettuati nel corso dell’anno, altrimenti slittano a quello successivo. Grazie mille, Chieda se possibile alla banca di rettificare. Le due detrazioni sono cumulabili e separate. se mi fanno una fattura di acconto con rispettivo pagamento, prima del fine lavori e la fattura di saldo, dopo del fine lavori, posso comunque detrarre tutto? Ad oggi sono passati due mesi sparito l’impresa. La domanda è: avendo effettuato il bonifico parlante nel 2018 e avendo già una fattura nel 2018, ma avendo poi la fattura più “descrittiva” nel 2019, avrò comunque diritto alle detrazioni 2018? Buonasera, entro pochi mesi acquisterò una casa da ristrutturare. con quale Bonus, causale bonifico? Ho contattato il mio idraulico che si è reso disponibile a rendermi i soldi ed accettare il pagamento con un nuovo bonifico, in modo da permettermi di indicare la corretta causale. L’agenzia delle entrate con la circolare n. 17 del 24 aprile 2015 ha fornito alcune importanti precisazioni riguardo alla corretta detrazione fiscale delle spese di ristrutturazione per quanto riguarda le modalità di pagamento e l’entità dei lavori eseguiti: Nel caso di bonifico effettuato dal titolare di un conto corrente (ordinante) che non corrisponde al beneficiario della detrazione, l’agevolazione è comunque usufruibile a condizione che il codice fiscale del beneficiario venga correttamente indicato nella disposizione di pagamento e che vengano rispettati tutti gli altri requisiti richiesti dalla normativa. posso pagare una fattura in più volte e usufruire del conto termico ? Il bonus mobili segue un canale diverso da quello delle ristrutturazioni. Se si, devo produrre qualche documentazione come CIL, CILA,…. Ho letto anche un interpello all’agenzia delle entrate che chiarisce che si puo’ accedere alle detrazioni fiscali anche senza CILA qualora gli interventi fatti ricadono in edilizia libera.La domanda e’ :posso usufruire lo stesso della detrazioni fiscali? A settembre ho comprato una lavastoviglie classe A+++ , devo fare comunicazione all’ENEA per usufruire anche della detrazione al 50% degli elettrodomestici? Cordiali saluti. Adesso il caf mi dice che posso detrarre solo i serramenti e il condizionatore perché la fattura dell’idraulico non è stata fatta nel 2018. Buongiorno, penso che si possa integrare la differenza senza problemi. Grazie, sto per iniziare dei lavori di ristrutturazione nella mia abitazione. È la mia stessa situazione e il caf mi dice che per l’acconto non potrò detrarre nulla mentre nelle sue risposte sembrerebbe di si. Quindi tutti i materiali edili, i sanitari, la rubinetteria (il tutto acquistato da me), i mobili e la fattura del muratore non sono detraibil dei colpa della fattura fatta nel 2019! Mi chiedevo se era possibile imputare la spesa professionale ai lavori di ristrutturazione e se era possibile pagare nel 2019 ancor prima dell’inizio dei lavori (che si effettueranno nel 2020) con un bonifico standard. Come indicato dall'Agenzia delle entrate con la circolare 7/2018 nella quale detta le istruzioni per il visto di conformità da parte dei Caf ai fini della presentazione del 730, per le detrazioni per ristrutturazione è necessario esibire, oltre alle fatture, la copia delle abilitazioni amministrative dalle quali si evince la tipologia dei lavori e la data di inizio dei lavori o, in assenza, un'autocertificazione che attesti la data di inizio e la detraibilità delle spese sostenute. Mi stupisce che in banca le abbiano dato queste risposte. e all’idraulico che farà l’impianto, posso fare singoli bonifici parlanti a loro intestati oppure devo pagare tutto all’impresa menzionata nella CILA? Se si tratta di una detrazione al 50%, l’accontO si dovrà portare in detrazione a partire dalla prima dichiarazione dei redditi utile, mentre il saldo slitterà alla dichiarazione dei redditi dell’anno successivo. Grazie Antonio. Grazie per l’attenzione. Buonasera, se ha effettivamente pagato l’acconto con Bonifico “Parlante”, cioè con canale preferenziale per le detrazioni, dovrebbe essere tutto in regola. Nel mio caso la riqualificazione energetica richiederebbe certificazioni e oneri che non rendono l’operazione vantaggiosa (si parla di bagni, pavimenti, caldaia e infissi). Ho già pagato degli acconti a impresa, elettricista e idraulico. Sbagliando il primo bonifico (ho dimenticato la causale e inserito il mio codice fiscale anziché quello del mio compagno al quale sono intestate le fatture) come posso rimediare? Utile sarebbe far indicare in fattura i riferimenti del protocollo della pratica depositata in comune. Ammesso che, come sembra ormai probabile, le detrazioni fiscali siano confermate della stessa entità per le ristrutturazioni anche nel 2020. Buongiorno Architetto, ho acquistato un immobile in fase di costruzione per mio figlio , dal mio conto contestato con mia moglie abbiamo già fatto 2 versamenti richiesti dal costruttore con bonifico ordinario …e fin quì nessun problema. Pertanto risulta importante stilarla correttamente al fine di non incorrere nella spiacevole perdita del beneficio fiscale. Grazie. il bonifico parlante per le PA non è concesso per la ritenuta d’acconto. Sulla fattura pagata prima che inizino i lavori, o comunque anteriore al giorno in cui viene depositata la pratica, dovrai far specificare che trattasi di acconto per lavori di ristrutturazione o di risparmio energetico. Se le opere non riguardano opere minori sono inseribili anche dall’utente. Teoricamente tutto ciò che pagato con bonifico parlante non ha problemi. La C.i.l.a. Senta comunque se il canale in cui sono finiti i fondi è quello corretto, Buongiorno, ho iniziato i lavori a dicembre 2019 (con apertura Cila), posso saldare con bonifico parlante l’impresa dopo aver chiuso la CILA? Il pagamento può partire anche da un altro conto corrente ma deve essere specificata nella causale del bonifico parlante il destinatario della detrazione con codice fiscale. La fattura relativa ai lavori eseguiti è uno dei documenti fondamentali per accedere alle detrazioni fiscali per le ristrutturazioni edilizie (50%) e per il risparmio energetico (65%). Ringrazio da subito per una risposta. L’agenzia delle entrate è chi le può dare la risposta più attendibile. Ora mi sono accorta che non ho la capienza per la detrazione. Mi conferma che il riferimento normativo và specificato solo nella causale del BONIFICO (e non nella fattura). Buongiorno, ieri sono andato al caaf per il 730 volendo accedere alle detrazioni per ristrutturazione effettuata nel 2018 con regolare scia. Ovviamente se la fattura riporta queste indicazioni non c'è obbligo di autocertificazione. Buongiorno, ho effettuato una ristrutturazione e il tecnico ha fatto la dichiarazione di fine lavoro.