E Paolo, che pure era sposato a sua volta, non ce la fece a non innamorarsi di sua cognata Francesca». Da ciò che si sa, i due cognati si innamorarono leggendo un libro ( “Galeotto fu il libro e chi lo scrisse” ), il poema cavalleresco sulla regina Ginevra e il cavaliere Lancillotto. Francesca Malatesta, andata in sposa a Gianciotto Gianni ciotto o zoppo signore di Rimini e Paolo fratello di Gianciotto. Un grande turbamento assale Dante che pensa ai casi dei due amanti, alla dolcezza del loro amore così tragicamente concluso. Dante, Canto V dell’Inferno: Paolo e Francesca Analisi del testo L’incontro con Paolo e Francesca. Leggi anche Dante: Paolo e Francesca: analisi DANTE PARAFRASI CANTO 5 - E' Francesca che parla e racconta la sua storia e la loro tragedia. La prima individualità dell’Inferno dantesco è una donna, non solo protagonista ma anche narratrice della sua storia, riconosciuta e chiamata familiarmente per nome dal poeta. Paolo era fratello di Giovanni Malatesta, il signore di Rimini, un uomo triste e cattivo: era sciancato dalla nascita, anche se tutti dovevano fingere che fosse stato ferito in battaglia. Paolo Malatesta e Francesca da Polenta sono personaggi realmente esistiti. Non tato diversamente da oggi. Appunto di italiano che descrive, con una breve ricerca, i personaggi di Paolo e Francesca che sono tra i protagonisti del canto quinto dell'Inferno dalla Divina Commedia di Dante Alighieri. Le famiglie che han fatto l’Italia, magnifica e tremenda. Per conoscere meglio la verità, non solo sulla passione di Paolo e Francesca, ma anche sulla passione amorosa in genere, chiede alla donna di parlare ancora. Vissuti contemporanei di Dante Alighieri, Francesca aveva sposato Gianciotto Malatesta, fratello di Paolo, intorno al 1275. Francesca aveva una relazione extraconiugale con il fratello di suo marito, Paolo e, il consorte, quando li ha scoperti, li ha … PARAFRASI. Compagno di battaglia di Dante a Campaldino fu Bernardino da Polenta, fratello di Francesca – dunque Dante seppe probabilmente del fattaccio direttamente dal fratello. Sono i protagonisti del Canto V dell' Inferno, posti fra i lussuriosi del II Cerchio.Francesca era figlia di Guido il Vecchio da Polenta, signore di Ravenna, che dopo il 1275 aveva sposato Gianciotto Malatesta, il figlio deforme del signore di Rimini. Era una specie di gossip che riguardava una delle tante famiglie in vista di allora. La vicenda amorosa tra i due giovani, ci viene raccontata nei dettagli dal Boccaccio.Questi ritiene che, alla base della tragedia, ci fosse un terribile inganno, ordito dalle famiglie degli sposi. Francesca da Rimini era figlia di Guido il Vecchio da Polenta e sposò Gianciotto Malatesta intorno al 1275, signore di Rimini, detto il … Poi gli chiesi: "Poeta (Dante si rivolge a Virgilio, la sua guida attraverso l’inferno e il purgatorio), vorrei parlare a quelle due anime (quei due – Paolo e Francesca) che vanno insieme e che sembrano (paion) leggeri nel vento (non sembrano trascinate dal vento infernale ma portate perché si abbandonano ad esso come in vita si abbandonarono all’amore )". Molti critici hanno scelto di mettere a confronto la figura di Pia de’ Tolomei con quella di Francesca di Rimini, che Dante incontra nel V canto dell'Inferno. Paolo era il fratello di Gianciotto e fu capitano del popolo a Firenze nel 1282-83. Dante “incontra” Paolo e Francesca nel girone dei lussuriosi e, quando vede quei due giovani così delicati e quasi inconsapevoli del peccato commesso, sviene “come corpo morto cade”. In vita erano cognati: Francesca era infatti sposata con Gianciotto Malatesta, fratello di Paolo.